Gru con cestello

Gru con cestello

L’accessorio del cestello portapersone consente di svolgere il lavoro in quota con la massima sicurezza e senza dover ricorrere a sistemi obsoleti o più pericolosi.

La gru abbinata al cestello si può usare in numerosi ambiti, come il lavoro nel verde, la manutenzione, il settore pubblico e l’impiantistica senza alterare le caratteristiche originali della gru.

  • Le gru Effer , grazie alla particolare geometria dei bracci e alla delicatezza dei movimenti, permettono di operare con: hanno sbracci eccezionali sia in orizzontale che in verticale, e la rotazione con ralla è un’ottima alternativa alla cremagliera (disponibile comunque su molti modelli) per chi ha bisogno di lavorare in modo continuo su 360°. La nuova ICON 215 è la prima gru al mondo nella classe delle 20 txm ad avere un sistema di rotazione continua a ralla: scopri tutti i vantaggi di ICON.
  • Chi opera con gru e cesta portapersone sa quanto è importante poter contare su movimenti fluidi per il massimo della sicurezza e della precisione in fase di lavoro. Le gru Effer garantiscono tutto questo grazie al sistema Pro.Dec (Progressive Deceleration) che consiste nella presenza di ammortizzatori idraulici di fine corsa all’interno dei martinetti sfili. In questo modo si annullano le oscillazioni, si eliminano gli urti fra i martinetti in apertura e chiusura, e il lavoro diventa più sicuro ed efficace.

Sulle gru Effer possono essere applicate diverse tipologie di cestelli portapersone: dal semplice cesto in vetroresina con bilanciamento a gravità fino alle piattaforme autolivellanti con estensione laterale e rotazione idraulica.

Data la domanda sempre crescente di accessori per lo sbarco in quota, Effer può applicare alle sue gru anche cesti portapersone omologati.