Effer Academy

L’importanza di essere esperti (di gru Effer) – Academy 2017

19 mag 2017

I corsi dedicati alle figure tecniche di partner e officine autorizzate della rete vendita Effer hanno dato risultati sempre più soddisfacenti da quando, nel 2013, l’Academy ha iniziato la sua attività.
Rispetto ad allora infatti, il numero dei partecipanti è cresciuto di oltre il 100%, e i docenti Effer hanno formato quasi 400 persone provenienti da tutto il mondo.

Effer forma i tecnici dei propri partner secondo la filosofia “train the trainer“: le figure ritenute più idonee possono infatti partecipare direttamente presso le sedi di Bologna e Taranto sia a lezioni teoriche che applicazioni pratiche sulle gru. Una volta di ritorno presso la propria officina, i corsisti possono trasmettere le competenze acquisite ai colleghi.

In questa edizione i moduli formativi sono incentrati sui sistemi di gestione elettronica Progress 2.0 e DMU 3000 PLUS, sull’oleodinamica per applicazioni mobili, e sul distributore HAWE in CAN Bus.

Qui è possibile consultare il calendario dell’Academy.

Per garantire una formazione trasversale ai vari livelli di preparazione sul sistema Progress 2.0, in uso soprattutto nei mercati CE e in Australia, Effer ha predisposto ben 3 livelli di corso: Basic, Advanced ed Expert. In questo modo è possibile acquisire sempre più competenze per tutti i partecipanti, e quindi dare un servizio sempre migliore ai clienti.

Abbiamo intervistato il docente di riferimento dell’Effer Academy, Mauro Rovinetti, a proposito dell’offerta formativa e dei risultati raggiunti finora:

-Mauro, come commenti l’andamento della Effer Academy dalla sua nascita ad oggi?
“Nel 2016 abbiamo rilevato un numero di partecipanti che spicca rispetto ad altre edizioni, e per noi questa è una importante conferma da parte della nostra rete vendita mondiale.
Anche il feedback di gradimento da parte dei corsisti è cresciuto nel tempo: dal 2013, quando era dell’82%, siamo arrivati al 90% nel 2016. Questo per noi significa che stiamo davvero raggiungendo in tempi brevi alti standard di formazione per un target così particolare come lo staff tecnico.”

-Parliamo dei risultati della formazione: quale andamento hai rilevato dalle analisi fatte in seguito ai questionari sottoposti ai partecipanti?
“Chi partecipa ad un corso tocca con mano nel lavoro di tutti i giorni i benefici ricevuti dalla formazione, e di solito partecipa lo stesso anno accademico oppure quello successivo ad altri corsi tecnici di livello più elevato. Senza dubbio le competenze dei corsisti sono aumentate, lo si capisce dalle domande sempre più precise e circostanziate che fanno man mano che affrontano corsi sempre più difficili. Un chiaro segnale di conoscenza e padronanza della materia. I risultati di ogni sessione vengono poi misurati tramite questionari, sia per quello che riguarda le competenze trasmesse, sia rispetto al gradimento, all’organizzazione logistica e altri fattori che ci consentono di migliorare sempre più la nostra offerta.”
– Qual è la soddisfazione maggiore che hai ricevuto in questi anni dedicati alla formazione?
“Aumentando il livello di competenze dei partecipanti ai corsi, le domande possono diventare così specifiche da costituire delle piccole sfide anche per lo specialista di prodotto che eroga la formazione. Questo per me è motivo di soddisfazione e di stimolo: significa che gli sforzi e l’impegno profuso hanno portato dei risultati e, come tecnico e formatore, personalmente mi sento spronato a dare sempre di più. Un altro successo è avere la conferma dai clienti finali che Effer e i suoi partners offrono un servizio di qualità e sono sempre al loro fianco.”.

Tag:, ,